Ferrara

attacca così – da par suo, si potrebbe dire – Saviano:

Saviano, uno che non ha mai avuto un’idea in croce, che scrive male e banale, che parla come una macchinetta sputasentenze, che è stato assemblato come una zuppa di pesce retorico a partire da un romanzo di successo, si prende la rubrica di Giorgio Bocca (ora Roberto firma l’antitaliano su L’Espresso,ndr), un tipo tosto che di cose da dire ne aveva fin troppe». Prosegue: «Saviano non sa fare niente e va su tutto, e i madonnari che lo portano in processione dalla mattina alla sera gli hanno fatto un danno umano, civile, professionale quasi bestiale. Credo che le premesse fossero genuine, è l’esplosione che si è rivelata di una atroce fumosità». E conclude: «Ma via. Facciamo un comitato, qualcosa di sapido e di cattivo, qualcosa di rivoltoso e di ribaldo, basta con Saviano».

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Culture, Politics. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...