La democrazia di Gasparri

Lucia Annunziata ospita nel suo programma «In mezz’ora» l’ex leader di Prima Linea Sergio Segio condannato per l’omicidio del giudice Emilio Alessandrini. Il Pdl (o quel che ne resta) grida allo scandalo. In particolare il capogruppo al Senato Maurizio Gasparri parla di «scelta vergognosa in un momento in cui torna la violenza. Le tesi giustificazioniste della violenza sono un tragico errore. Lucia Annunziata cede al richiamo della foresta e si è assunta una gravissima responsabilità».

Gasparri è noto per aver dato il nome ad una Legge che notoriamente nemmeno lui ha letto, una delle tante leggi ad personam per il nano in doppiopetto.

Sergio Segio è stato un militante dell’organizzazione armata Prima Linea di estrema sinistra.

Il 29 gennaio 1979 a Milano fu l’esecutore materiale, insieme a Marco Donat Cattin, dell’omicidio del magistrato Emilio Alessandrini, mentre Michele Viscardi, Umberto Mazzola, Bruno Rossi Palombi, svolgevano i compiti di appoggio. Il 19 marzo 1980 sempre Segio, insieme a Maurice Bignami e a Viscardi, uccise anche il magistrato Guido Galli all’interno dell’Università Statale di Milano (i tre fuggirono poi in bicicletta).

Il 15 gennaio 1983 Segio venne arrestato a Milano: rinchiuso in carcere, scontò oltre 22 anni di reclusione (inizialmente gli era stato inflitto l’ergastolo, poi ridotto prima a 30 anni in base alla legge Gozzini): e fu l’ultimo di tutti gli ex militanti di Prima Linea arrestati e condannati ad uscire dal carcere, terminando di scontare la condanna nel 2004.

Negli anni di detenzione, si è fatto portavoce delle disfunzioni del sistema penitenziario e giuridico, nonché promotore di un sistema di carcerazione alternativo, volto cioè all’impegno sociale e al progressivo reinserimento del soggetto nella società.

Tra i più stretti collaboratori di don Luigi Ciotti, fondatore del Gruppo Abele e di Libera, col quale ha cominciato a collaborare ancora da detenuto e poi da semilibero, dal 1994 al 2001 è stato responsabile della Redazione e dell’Ufficio stampa e comunicazione dell’associazione Gruppo Abele, coordinandone poi il settore per la stampa e l’informazione e il settore progetti sul carcere. È stato membro del Coordinamento nazionale degli Uffici stampa del non profit.
Attualmente, continua a lavorare con il Gruppo Abele, collabora inoltre con l’associazione A buon diritto e con l’associazione Comunità Il Gabbiano. È nel direttivo nazionale dell’associazione Nessuno tocchi Caino. È commentatore del settimanale del non profit “Vita”.
È ideatore, curatore e coordinatore redazionale del rapporto Annuario Sociale (Edizioni Gruppo Abele 1997; 1998; 1999; Edizioni Feltrinelli 2000 e 2001).

Personalmente, se devo scegliere, ascolto mille volte Segio. A Gasparri preferisco, al limite, Marcorè.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Culture, Politics. Contrassegna il permalink.

2 Responses to La democrazia di Gasparri

  1. ciccio pasticcio ha detto:

    Mi chiedo se tutta questa “comprensione” e “clemenza” la si avrebbe comunque anche se l’estremista fosse di destra…ma ho come la sensazione di no…

    • carpiano2012 ha detto:

      Quando conoscerò un ex terrorista nero che dopo essere stato in prigione il giusto numero di anni ha deciso di dedicare la propria vita agli altri, impegnandosi nel sociale, studiando e lavorando fianco a fianco con i più sfigati della terra, sta tranquillo che non avrò nessun problema. Qui non si tratta di clemenza. Si tratta di aver pagato il proprio debito con la giustizia e di aver preso una decisione importante, fondamentale: cambiare completamente vita. Segio l’ha fatto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...