Porro, cipolla e scalogno

Titolo del Giornale diretto da quel galantuomo di Sallusti.

Articolo del bulbo Porro, che fa passare per follia dei magistrati comunisti il fatto che nessuno possa essere discriminato per le sue idee politiche o per l’adesione ad un sindacato. le assunzioni dovrebbero essere decise in base a tanti elementi  – l’età, magari, la competenza, l’esperienza… Il possesso di una tessera sindacale no.

Davvero folle.

Ha ragione su una cosa, il bulbo.

Quando, sul suo blog, scrive di sé: “Nato a Roma, vivo a Milano. Lavoro da qualche anno al Giornale e scrivo di economia e finanza.”

Lavora al Giornale, non fa il giornalista.

Che tipo di lavoro faccia, giudicate voi.

Questa voce è stata pubblicata in Culture, Politics. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...