Tempesta

Tin Angel è il racconto devastante di un uomo in cerca del suo amore perduto; la dolente Soon After Midnight sembra parlare d’amore (e potrebbe riguardare, invece, il senso di vendetta); ha spirito senz’altro vendicativo Pay in Blood, dove Dylan ripete con tono cupo: “I pay in blood/but not my own”; ed è la tenerezza che sigilla Tempest con Roll On, John, un tributo sincero al suo amico John Lennon. La canzone che dà il titolo all’album è la descrizione, lunga quasi 14 minuti, dell’affondamento del Titanic. Sono molte le canzoni folk e gospel che hanno raccontato questo evento, compresa The Titanic della Carter Family che ha ispirato Dylan: “Sono impazzito ascoltandola. Mi piace la melodia, mi piace molto. Può essere che la farò mia. Il problema è per farne cosa”.

L’11 settembre – data fatidica per gli USA – esce Tempest, il 35 album da studio di Bob Dylan.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Art, Culture, music e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...